All posts filed under: Evento IVrR

Evento organizzato dall’Istituto Veronese per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea

— RINVIATA a data da destinarsi — “Sabato 21 dicembre 2019 – Conferenza di Marco Revelli”

L’Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea, l’Associazione nazionale partigiani d’Italia (ANPI), l’Associazione nazionale perseguitati politici italiani antifascisti (ANPPIA) organizzano un incontro che si terrà sabato 21 dicembre 2019 alle ore 16.20 presso la sede dell’Istituto in via Cantarane 26, dal titolo: Nuto Revelli a cento anni dalla nascita Conferenza di Marco Revelli Introduce Stefano Biguzzi, Presidente IVrR Nuto Revelli, (1919-2004) nato a Cuneo ha combattuto sul fronte russo come tenente degli Alpini nel battaglione ‘Tirano’ e ha partecipato alla tragica ritirata. Durante la Resistenza è stato comandante di una formazione partigiana di Giustizia e Libertà sulle montagne del cuneese. Ha scritto opere di testimonianza storica e di forte etica civile, ha dato voce ai caduti e dispersi della guerra e ai dimenticati del mondo contadino. Fra i suoi libri ricordiamo: La guerra dei poveri, La strada del davai, Mai tardi, L’ultimo fronte, Il mondo dei vinti, L’anello forte, Il disperso di Marburg, Le due guerre.

“DAL RAZZISMO ALLE DEPORTAZIONI”, Corso di Formazione per insegnanti del I° E II° ciclo.

            Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea (IVrR), Associazione nazionale perseguitati politici italiani antifascisti (ANPPIA) e ANPI Verona Comitato Provinciale organizzano: Corso di Formazione per insegnanti del I° E II° ciclo DAL RAZZISMO ALLE DEPORTAZIONI Ripensare il passato per problematizzare il presente: il porrajomos e la persecuzione dei rom e dei sinti Novembre\Dicembre 2019 Dopo il successo del corso attivato nello scorso anno scolastico, la sezione di Verona dell’Associazione Nazionale Ex Deportati nei Campi Nazisti (ANED), Il Comitato provinciale dell’Associazione nazionale partigiani d’Italia (ANPI) di Verona e l’Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea (IVRR) propongono anche quest’anno un ciclo di lezioni rivolto agli insegnanti del primo e secondo ciclo di istruzione sul tema delle deportazioni. Il corso, articolato in cinque incontri, si servirà dell’intervento di docenti esperti per affrontare il tema delle deportazioni e del sistema concentrazionario messo in atto dal nazifascismo nelle sue diverse declinazioni, per affrontare poi la storia del porrajmos, con dati documentari, ma anche attraverso le testimonianze trasmesse oralmente nelle comunità rom …

Mercoledì 11 Dicembre 2019 ore 17.00: LUCIANO CANFORA Storico

Professore emerito dell’Università di Bari presenterà il volume ” Fermare l’odio“ Laterza 2019 Presso la Società Letteraria di Verona Sala Montanari – P.tta scalette Rubiani 1.Ingresso libero fino ad esaurimento posti. “La vicenda degli spostamenti di masse umane coincide con la storia stessa del genere umano. È puerile volervi porre un freno «a mano armata». Gli stessi Stati europei che ora indossano l’elmetto per chiudere le porte e i porti traggono origine da migraz ioni di popoli che investirono – in un processo storico durato secoli – la struttura statale all’epoca considerata la più forte, quella dell’impero romano. Anche allora avvenne che forze spirituali, dall’interno, incrinarono (e rivelarono vana) la risposta militare. Anche allora, per un tempo non breve, la ‘migrazione’ avvenne in forma di stillicidio pacifico. E l’impero romano adottò, per un tempo non breve, verso l’irresistibile fenomeno, una risposta duttile integrando gli elementi più capaci o più in vista (anche i migranti sono ed erano attraversati da articolazioni sociali) nelle strutture soprattutto militari. Poi venne il tempo delle migrazioni di interi popoli armati …

“A MODO MIO”, La guerra e la Resistenza raccontata ai miei nipoti. Sabato 14 dicembre.

L’Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea, l’Associazione nazionale partigiani d’Italia (ANPI), l’Associazione nazionale perseguitati politici italiani antifascisti (ANPPIA) organizzano un incontro che si terrà sabato 14 dicembre 2019 alle ore 16.20 presso la sede dell’Istituto in via Cantarane 26, in cui verrà presentato il libro edito da Cierre edizioni nel 2019: A MODO MIO La guerra e la Resistenza raccontata ai miei nipoti di Sara Fracastoro Rudi Dialoga con l’autrice Roberto Bonente dell’esecutivo nazionale ANPPIA, L’infanzia durante la seconda guerra mondiale e l’occupazione nazista, la partecipazione dei genitori alla Resistenza, la liberazione di Giovanni Roveda dal carcere degli Scalzi di Verona, la clandestinità, l’arrivo degli americani, la scoperta dell’orrore dei campi di sterminio. Con gli occhi di una bambina sveglia, che cresce veloce in una manciata di mesi.

Sabato 7 dicembre 2019: Esperienze di medicina del lavoro a Nordest.

L’Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea, l’Associazione nazionale partigiani d’Italia (ANPI), l’Associazione nazionale perseguitati politici italiani antifascisti (ANPPIA), in collaborazione con l’IVRES-CGIL di Verona, organizzano un incontro che si terrà sabato 7 dicembre 2019 alle ore 16.20 presso la sede dell’Istituto in via Cantarane 26, per la presentazione del numero 1/2019 della rivista “Venetica”, dal titolo: Articolo 9 Esperienze di medicina del lavoro a Nordest a cura di Alfiero Boschiero e Gilda Zazzara Alfiero Boschiero e Luciano Marchiori dialogheranno con sindacalisti e medici dell’Istituto di medicina del lavoro dell’Università di Verona degli anni ’70-’90.Introduce Nadia Olivieri. Il più recente numero della rivista “Venetica” raccoglie gli interventi dei medici del lavoro che presero parte al seminario Medicina del lavoro e movimento operaio. Esperienze a Nordest tra anni Settanta e Ottanta, organizzato a Ca’ Foscari il 19 aprile 2013. Alfiero Boschiero, co-curatore del numero, e Luciano Marchiori, autore del saggio su La nascita del servizio di medicina del lavoro a Verona approfitteranno della presentazione della rivista per restituire il quadro e il senso …

Sabato 30/11 ore 16.20 conferenza di MIGUEL GOTOR: “La strage di Piazza Fontana tra storia e memoria, 50 anni dopo”.

Presso la sala Berto Perotti in via Cantarane, 26 Verona, L’Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea e l’Associazione nazionale partigiani d’Italia (ANPI) e l’ANPPIA organizzano: Inaugurazione ufficiale dell’anno sociale 2019-2020 e a seguire la conferenza: “La strage di Piazza Fontana tra storia e memoria 50 anni dopo” Tenuta dal Prof. Miguel Gotor Introduce Stefano Biguzzi, Presidente IVrRMiguel Gotor, insegna Storia moderna presso l’Università di Torino. Sioccupa di storia della vita religiosa fra Cinque e Seicento, in particolare di santi, eretici e inquisitori, e di storia degli anni Settanta del Novecento. Ha collaborato alle pagine culturali dei quotidiani “La Stampa”, “Il Sole 24 ore”, “la Repubblica”.Fra i suoi libri segnaliamo: Chiesa e santità nell’Italia moderna (Laterza 2004); Il memoriale della Repubblica. Gli scritti di Aldo Moro dalla prigionia e l’anatomia del potere italiano (Einaudi 2011); Santi stravaganti. Agiografia, ordini religiosi e censura ecclesiastica nella prima età moderna (Aracne 2012) e Io ci sarò ancora. Il delitto Moro e la crisi della Repubblica (Paper FIRST 2019).

Sabato 16 novembre 2019 conferenza: “2019, ovvero l’89 capovolto”, Riflessioni a 30 anni dalla caduta del muro di Berlino.

L’Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea, l’Associazione nazionale partigiani d’Italia (ANPI), l’Associazione nazionale perseguitati politici italiani antifascisti (ANPPIA) organizzano un incontro che si terrà sabato 16 novembre 2019 alle ore 16.20 presso la sede dell’Istituto in via Cantarane 26, dal titolo: “2019, ovvero l ’89 capovolto“ Riflessioni a 30 anni dalla caduta del muro di Berlino Conferenza di Francesco LeonciniIntroduce Maria Vittoria Adami Francesco Leoncini (Venezia, 1946) è tra i massimi conoscitori italiani della storia dell’Europa dell’Est e della ex Cecoslovacchia. Laureato in Scienze politiche a Padova, di posizioni cattoliche, si è occupato della storia dei Sudeti tedeschi e nel 1969 ha frequentato corsi di cecoslovacco a Bratislava. Ha insegnato dal 1970 al 2011 Storia dell’Europa Orientale, dei Paesi Slavi e dell’Europa Centrale all’università Ca’ Foscari di Venezia. Nel 1998 ha fondato il Seminario Masaryk. Tra le sue pubblicazioni, ha curato L’opposizione all’Est 1956-1981, la sola raccolta organica in italiano di fonti e documenti sui movimenti alternativi nelle democrazie popolari, e Che cosa f u la Primavera di Praga? Idee e …

ANPI Legnago – 13 novembre 2019: “Il rifiuto della colpa”, Ciclo “Incontri con la STORIA”.

Per il ciclo incontri con la STORIA mercoledì 13 novembre ore 20.45sala civica di via Matteotti 4 a Legnago IL RIFIUTO DELLA COLPA.I crimini di guerra italiani e la mancata Norimberga italiana con FILIPPO FOCARDI professore di storia Contemporanea presso l’università di PadovaPatrocinio del Comune di Legnago, Isers e IVrR Nel corso degli anni si è consolidata nell’uso pubblico della storia un’immagine del soldato italiano reticente. Diversi storici, già a partire dagli anni Settanta, hanno messo in evidenza la gravità delle azioni commesse sotto le varie occupazioni fasciste, aspetto lasciato spesso in secondo piano negli studi sul fascismo. E quando questo tema è stato sfiorato nel dibattito pubblico, è stato liquidato attraverso l’utilizzo di cliché che sminuivano la portata della responsabilità del fascismo.  Questo problema è stato messo in evidenza di recente da Filippo Focardi, professore ordinario di Storia contemporanea presso il Dipartimento di Scienze politiche, giuridiche e studi internazionali dell’Università di Padova, che ha parlato di «rifiuto collettivo della memoria del ventennio e della guerra fascista». Con il suo libro Il cattivo tedesco e il …

“VERSO IL MONDO NUOVO”, Conferenza Sabato 9 novembre 2019 dalle ore 16,20 a Verona in via Cantarane, 26.

                                   L’Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea, l’Associazione nazionale partigiani d’Italia (ANPI), l’Associazione nazionale perseguitati politici italiani antifascisti (ANPPIA) organizzano un incontro che si terrà sabato 9 novembre 2019 alle ore 16.20 presso la sede dell’Istituto in via Cantarane 26, dal titolo: Fascismi Conferenza di Giulia Albanese nell’ambito del ciclo di incontri veronese e mantovani intitolato Verso il mondo nuovo. L’Europa e il primo dopoguerra Nell’ottobre 1922 la Marcia su Roma venne presentata come la risoluzione di un conflitto politico interno e l’esordio di una nuova Italia. Il movimento fascista non aveva l’ambizione di presentare questi eventi come un modello politico per la trasformazione dei regimi liberali in Europa. Tuttavia, ciò che accadde in Italia attirò immediatamente l’attenzione dei governi, dei media, delle élites politiche e dell’opinione pubblica in Europa e oltre. Nell’intervento ci si propone di riflettere sull’impatto del fascismo italiano in Europa, analizzandone sia le imitazioni e le reinterpretazioni, sia riflettendo sul modo in …

“VERSO IL MONDO NUOVO”, Sabato 26 ottobre 2019 dalle ore 16,30 a Verona in via Cantarane, 26.

                                                      L’Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea e l’Istituto di Storia contemporanea di Mantova hanno organizzato nei mesi di ottobre e novembre prossimi un ciclo di conferenze e una rassegna cinematografica intitolati Verso il mondo nuovo. L’Europa e il primo dopoguerra, 1919-1923.  Nell’ambito di questo ciclo di incontri si terrà sabato 26 ottobre dalle ore 16,30 a Verona in via Cantarane, 26 la conferenza di Marco Bresciani sui «Confini» (dopo la prima guerra mondiale molti confini vennero ridisegnati senza che i conflitti venissero placati). Il ciclo di incontri e di proiezioni indaga sull’arco di tempo 1919-1923, che vede in Europa l’uscita dal primo conflitto mondiale, l’accensione di conflitti regionali e, infine, la ridefinizione sociale e politica della geografia continentale. La formazione dell’Europa postbellica viene sondata attraverso nove lemmi, che comporranno un dizionario di questo “mondo nuovo” uscito dalle ceneri della grande guerra: pace, violenza, confini, democrazia, fascismi, comunismo, trauma e minoranze; e da un ciclo …