All posts filed under: Evento Aned

5 MAGGIO 2020: anniversario della liberazione di MAUTHAUSEN 1945

Memoria per un viaggio mancato Non possiamo essere quest’anno come sempre a Mauthausen per la manifestazione internazionale che ricorda la liberazione di quel Lager nazista (l’ultimo tra i grandi campi ad essere liberato). Per questo pensiamo di fare cosa gradita nel pubblicare per chi avrebbe dovuto esserci, a chi avrebbe voluto esserci, a chi vorrà esserci in un prossimo anno la cronaca del viaggio 2019 ad Hartheim, Gusen e Mauthausen degli studenti milanesi e della delegazione di Sesto San Giovanni. Un film di Andrea Giovarruscio e Matteo Ninni per ANED che è stato già proiettato, su indicazione della sezione Aned di Verona, nella celebrazione ufficiale dello scorso 27 gennaio, Giorno della Memoria, alla Gran Guardia. Lo accompagniamo con l’ Appello ai giovani letto da Vera Michelin Salomon, Presidente onoraria di ANED recentemente scomparsa, in occasione dell’incontro dei superstiti dei lager del 3 maggio 2015

Sabato 8 Febbraio 2020: da Verona a Firenze e Prato per IL GIORNO DELLA MEMORIA.

Sabato 8 Febbraio 2020in occasione del Giorno della Memoriada Verona a Firenze e Pratoper visitare il Memoriale dedicato agli italiani uccisi nei campi nazisti e il Museo della deportazione ‘Visitatore, Fa che il tuo viaggio non sia stato inutile, che non sia stata inutile la nostra morte… fa che il frutto orrendo dell’odio, di cui hai visto qui le tracce, non dia nuovo seme, né domani né mai’.da: Primo Levi al visitatore del Memoriale. IL PROGRAMMA COMPLETO Per informazioni anpiverona@gmail.com.

VERSO IL 27 GENNAIO “Giorno della Memoria”

“Verona: Cittadinanza Onoraria a Liliana Segre, senatrice a vita, sopravvissuta al campo di sterminio di Auschwitz e Via Almirante, sostenitore delle Leggi Razziali, leader del Msi e della destra nazionale, che dopo la caduta del regime fascista di Mussolini aderì alla Repubblica  di Salò alleata di Hitler”. “Una via Almirante a Verona? Oh, povera strada! Mi chiedo se sia lo stesso Comune. Le due scelte sono di fatto incompatibili, per storia, per etica e per logica. La città di Verona, democraticamente, faccia una scelta e decida ciò che vuole, ma non può fare due scelte che sono antitetiche l’una all’altra. Questo no, non è possibile!” Liliana Segre Non abbiamo dubbi “Via Almirante” non può avere cittadinanza a Verona, città Medaglia d’Oro della Resistenza. Lo dimostrano le iniziative che in queste settimane si susseguono numerose. Realtà istituzionali, di movimento e associazioni invitano alla partecipazione ad eventi per non dimenticare il passato e per ricordare gli orrori del nazifascismo affinché la storia non si possa ripetere. Invitiamo e ci permettiamo di sollecitare la vostra attenzione alla lettura delle iniziative segnalate in questa …

Giorno della Memoria a Legnago 22 gennaio: Eugenio Iafrate, “Le deportazioni in Italia”.

Il 22 gennaio a Legnago, presso la sala civica alle ore 20.45, l’ANPI Sezione di Legnago e Bassa Veronese in occasione del “Giorno della memoria”, incontrerà Eugenio Iafrate, dirigente ANED, autore della ricerca Elementi Indesiderabili, storia e memorie di un “trasporto”, Roma-Mauthausen 1944. La ricerca, partita da confusi ricordi famigliari su uno zio deceduto nel tristemente noto campo di concentramento austriaco di Mauthausen, assume, con lo scorrere delle pagine, una dimensione che travalica quella per lungo tempo ricordata in un ambito solo strettamente famigliare, per diventare, attraverso un percorso segnato da orrori indicibili, il calvario che ha segnato l’esistenza di migliaia di deportati italiani. Eugenio Iafrate fornirà una ampia visione delle deportazioni includendovi la vicenda degli IMI. La deportazione: razziale e politica, nelle varie classificazioni con cui i nazifascisti classificavano coloro che erano definiti «indesiderabili», era resa possibile da una vasta rete – più o meno consapevole –, di complicità un misto di zelo e indifferenza che permetteva alla macchina repressiva, burocratica e poliziesca di funzionare. Furono tanti i «trasporti», composti da carri bestiame piombati, …

Sabato 11 gennaio: “L’angelo di Auschwitz Mala Zimetbaum, l’ebrea che sfidò i nazisti”.

L’Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea, l’Associazione nazionale partigiani d’Italia (ANPI), l’Associazione nazionale perseguitati politici italiani antifascisti (ANPPIA) e l’Associazione nazionale ex deportati nei campi nazisti (ANED), per ricordare il GIORNO DELLA MEMORIA, organizzano un incontro che si terrà presso la sala “Berto Perotti” dell’IVrR, in via Cantarane 26, sabato 11 gennaio 2020, alle ore 16.20 in cui sarà presentato il libro pubblicato nel 2019 dall’editore Marsilio: L’angelo di AuschwitzMala Zimetbaum l’ebrea che sfidò i nazisti di Frediano Sessi Intervengono: Carlo Saletti e Frediano Sessi Tra coloro che riuscirono a fare ritorno da Auschwitz, il nome di Mala Zimetbaum, presto dimenticato dalla grande storia, rimase sempre vivo. Come fu possibile per questa giovane donna restare sé stessa nell’inferno del Lager? Che cosa la spinse a sacrificarsi per le compagne? Una straordinaria storia di resistenza, in un racconto che ne fa rivivere l’enigma e la lezione. «Mala era una giovane ebrea polacca che era stata catturata in Belgio e che parlava correntemente molte lingue, perciò a Birkenau fungeva da interprete e da …

16 Dicembre 2019: Incontro post Cammino della Memoria del 12 e 13 Ottobre 2019.

Incontro post Cammino della Memoria del 12 e 13 Ottobre 2019DA VERONA A RENON-RITTENPERCORSI DI NON VIOLENZA NELL’ALTO ADIGE/SUDTIROL ANTINAZISTA, RESISTENTE, NONVIOLENTO Care e cari viaggiatori,                                     come forse ricordate, durante il viaggio di ritorno dal nostro ‘Cammino’ in Alto Adige/Sud Tirol abbiamo fissato per il 16 dicembre l’incontro post cammino …. Sarà, per chi potrà partecipare e vi invitiamo a fare il possibile per poterci essere,  un momento di condivisione e valutazione dell’esperienza, con visone di alcuni dei contributi audiovisivi che non siamo riusciti a vedere in pullman, e delle foto fatte; con presentazione di prossimi appuntamenti comuni delle associazioni proponenti…. e anche un momento conviviale, con un piccolo aperitivo e occasione per farci gli auguri per le prossime festività e il nuovo anno… Appuntamento lunedì 16 dicembre 2019 dalle 18 alle 20Casa per la nonviolenzaVia Spagna 8 – Verona Speriamo davvero di potervi avere tutte e tutti. Chi non ci potrà essere sarà sicuramente presente insieme a noi nell’ intenzione comune e nella condivisione di valori. Movimento Nonviolento, Aned Sezione di Verona, Comitato Provinciale ANPI …

VIAGGIO: 12 e 13 OTTOBRE 2019 CAMMINO NELLA MEMORIA.

                            Comitato Provinciale ANPI Verona – Aned Sezione di Verona – Movimento Nonviolento – Emmaus Villafranca – Comitato veronese per le iniziative di pace 12 e 13 OTTOBRE 2019 CAMMINO NELLA MEMORIA DA VERONA A RENON-RITTEN Con Sandro Canestrini, Alexander Langer, Josef Mayr-Nusser, Franz Thaler e i 9.500 deportati nel campo di Bolzano. PERCORSI DI NON VIOLENZA NELL’ALTO ADIGE/SUDTIROL ANTINAZISTA, RESISTENTE, NONVIOLENTO Un viaggio, due giornate in cui approfondiremo la conoscenza di alcune figure significative della Resistenza antifascista e antinazista,  le deportazioni nel Campo di concentramento di Bolzano e le voci di Pace in Alto Adige. Per info anpiverona@gmail.com PROGRAMMA DEL VIAGGIO

Memoria: 5 settembre 1938, emanazione delle leggi razziali in Italia.

“Oggi come nel 1938 mi fa paura l’indifferenza” Liliana Segre “Per raccontare e non dimenticare ciò che il fascismo ha trasformato in legge” “Questo decreto, co-firmato dal re e da Mussolini, ed emanato il 5 settembre 1938, è il primo dei provvedimenti relativi alla politica razziale del regime fascista: stabilisce la “necessità di difendere la razza” all’interno della scuola, e quindi l’espulsione della classe docente e di quella discente – insegnanti e allievi, di ogni ordine e grado, nessuno escluso – di “razza” ebraica dalla scuola pubblica italiana. Significativamente, quello sulla scuola è il primo provvedimento presi dallo stato italiano nei confronti degli ebrei, a significare il peso che la politica educativa ha per il regime fascista. Da rilevare, inoltre, che l’espulsione degli ebrei dalla scuola rappresenta un’innovazione significativa nel contesto delle leggi razziali europee: la Germania hitleriana, ad esempio, introdurrà tale norma dopo l’Italia, nel novembre 1938. REGIO DECRETO – LEGGE 5 settembre 1938 – XVI, n. 1390 Provvedimenti per la difesa della razza nella scuola fascista” http://www.anpi.it/storia/266/espulsione-degli-ebrei-dalle-scuole   http://www.patriaindipendente.it/persone-e-luoghi/video/le-leggi-razziali-in-cinque-video/ http://www.anpi.it/articoli/2053/ogni-teoria-di-razza-superiore-o-di-razza-accompagnata-da-aggettivo-diverso-da-umana-non-deve-piu-avere-cittadinanza http://www.patriaindipendente.it/approfondimenti/il-giorno-dellinfamia-speciale-antologia-leggi-razziali/

16 Settembre 2019, Incontro post Viaggio a Mauthausen di Maggio 2019.

Comitato Provinciale ANPI Verona, ANED Verona, Movimento Non Violento Verona organizzano un incontro di valutazione, per riflettere sull’esperienza vissuta, per considerazioni e suggerimenti, scambiarci foto e impressioni, per conoscerci meglio e presentare realizzazioni e programmi futuri. L’incontro si terrà lunedì 16 settembre dalle ore 19 presso la sede ANED (con aperitivo) in Via Arnolfo Di Cambio, 17 Verona Sarà l’occasione per  ripensare alla forte esperienza vissuta e ringraziare ‘ufficialmente’, oltre alle e agli organizzatori che hanno coordinato il tutto,  alcuni partecipanti, in particolare Nerea e Antonietta che hanno preparato con creatività e dedizione le corone, Sonia Inzoli e Marco Schincariol che hanno lavorato e ci hanno ‘abbeverato’. Una riconoscenza particolare va ai ‘vigili’ Damiano Brescia e Stefano Gandini che, pur con grande professionalità, hanno saputo fin da subito integrarsi e dare un apporto non meramente formale al loro compito istituzionale. Non sappiamo ancora se potrà partecipare il Presidente Provinciale Ennio Trivellin, ‘monumento vivente’,  la cui generosità nel donarsi e ‘ricordare’ ciò che ogni mente e ogni cuore vorrebbero rifuggire, ci ha dimostrato ancora una volta …