All posts filed under: Nazionale

La Presidente Nazionale ANPI: “E’ stato un grande 25 aprile, pieno di voglia di camminare uniti. Non perdiamoci di vista”

Il commento della Presidente Nazionale ANPI, Carla Nespolo, alle manifestazioni svoltesi in tutta Italia per la Festa della Liberazione La Festa della Liberazione, che si è svolta ieri in tutta Italia con una straordinaria partecipazione di popolo, ha ribadito che l’Italia respinge il fascismo e chiede, a gran voce, lo scioglimento delle organizzazioni che si richiamano a quell’epoca criminale. Ho visto sfilare a Milano, ma è accaduto in tantissimi altri luoghi, tutte le generazioni, ho visto i giovanissimi accanto alle partigiane e ai partigiani, ho sentito, era percepibilissima, la voglia di stare insieme per ricostruire la possibilità di un avvenire di diritti, di libertà effettiva, di democrazia pienamente realizzata, di una imprescindibile unità attorno ai valori fondanti la Repubblica e la nostra convivenza civile. Il sogno dei combattenti per la libertà, che confluì nella Costituzione, il patrimonio più bello, esaltante e prezioso della Resistenza. E voglio qui ringraziare, davvero col cuore in mano, tutti quei volontari che hanno letteralmente costruito le migliaia di iniziative realizzate, le nostre Sezioni ANPI, i nostri Comitati Provinciali, i Sindacati, …

Comunicato della Segreteria nazionale ANPI: “Il massacro in Nuova Zelanda parla anche all’Italia: sia alto e forte l’allarme contro il razzismo”

Comunicato della Segreteria nazionale ANPI: “Il massacro in Nuova Zelanda parla anche all’Italia: sia alto e forte l’allarme contro il razzismo” “Il massacro della moschea di Al Noor in Nuova Zelanda parla anche all’Italia. Uno dei killer ha dichiarato: “Voglio uccidere gli stranieri invasori”. Gli assassini citavano due “esempi”: il nazista Breivik, autore della strage del 2011 a Utoya in Norvegia e il fascioleghista Luca Traini, che nel 2018 tentò un eccidio di migranti a Macerata ferendo sei persone. Come nelle più tragiche esperienze del 900, le pratiche dei razzisti scivolano sempre dalla negazione dei diritti alla negazione della vita. Nel nostro Paese da tempo si succedono aggressioni e omicidi ai danni di migranti, troppo spesso sottovalutate dal Governo ed in particolare da chi più di tutti dovrebbe tutelare la sicurezza e la convivenza civile, e cioè il Ministro dell’Interno. Michelle Bachelet, Alto commissario Onu per i diritti umani, ha spesso denunciato che in Italia c’è un “forte incremento di atti di violenza e di razzismo contro migranti, persone di discendenza africana e Rom”. Oggi …

“L’ANPI con i Sindaci che resistono costituzionalmente”: dichiarazione della Presidente Nazionale ANPI, Carla Nespolo

Dichiarazione della Presidente nazionale ANPI a sostegno della decisione del Sindaco di Palermo di sospendere l’applicazione di una parte della legge sicurezza e immigrazione È un fatto molto positivo che alcuni Sindaci, per rispetto pieno della Costituzione, abbiano deciso di sospendere l’attuazione di quelle parti della legge sicurezza e immigrazione inerenti l’attività dei Comuni. Lo ha fatto per primo meritoriamente il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando, ed altri sindaci, altrettanto meritoriamente, stanno seguendo la sua strada. L’articolo 13 della legge nega al richiedente asilo in possesso del permesso di soggiorno la possibilità di iscriversi all’anagrafe e quindi di avere la residenza, impedendogli di conseguenza di usufruire di qualsiasi servizio, a cominciare dall’assistenza sanitaria. Migliaia e migliaia di persone, pur presenti legalmente nel nostro Paese, sono così giuridicamente cancellate. Ciò comporterà inevitabilmente il passaggio di gran parte di costoro all’illegalità, compromettendo ogni loro speranza e la sicurezza di tutti i cittadini. La coraggiosa decisione di Orlando e di altri Sindaci di non dare attuazione a tale articolo apre così anche sul terreno istituzionale quel percorso di …

“L’ITALIA NELL’INCUBO DELL’APARTHEID GIURIDICO”: la Presidente nazionale ANPI sull’approvazione definitiva del decreto sicurezza

Con l’approvazione del decreto sicurezza si stravolge di fatto la Costituzione e l’Italia entra nell’incubo dell’apartheid giuridico. È davvero incredibile che sia accaduto un fatto simile, che sia stato sferrato un colpo così pesante al diritto di asilo, all’accoglienza, all’integrazione. A un modello che ha portato ricchezza e convivenza civile a quelle comunità che hanno avuto la responsabilità e il coraggio di sperimentarlo. Questa legge, oltretutto, non risolve affatto il problema del controllo dell’immigrazione clandestina, bensì l’aggrava – come stanno denunciando in queste ore non pochi Sindaci, anche del M5s – con un carico di lavoro per i Comuni insopportabile. Non si può restare inerti. Non ci si può rassegnare a questo declino, alle pratiche ignobili contro la vita e la dignità dei migranti cui dovremo assistere. Facciamo appello alle coscienze delle cittadine e dei cittadini: che l’indignazione sia permanente, che non manchi occasione di riempire piazze e strade per un’Italia autenticamente umana. Facciamo appello alle forze politiche democratiche: basta divisioni, discussioni stucchevoli, rese dei conti. È ora di una straordinaria assunzione di responsabilità. Di organizzare …

Adesione dell’ANPI alla manifestazione nazionale del 24 novembre contro la violenza sulle donne

Il comunicato della Presidente nazionale, Carla Nespolo L’ANPI aderisce alla manifestazione nazionale del 24 novembre a Roma, in occasione della giornata internazionale contro la violenza di genere, organizzata dall’Associazione “Non Una Di Meno”. Saremo in piazza, donne e uomini insieme, per difendere, in continuità con le lotte sociali che le nostre partigiane hanno portato avanti anche dopo la Resistenza, le conquiste ed i valori propri di uno stato democratico, aperto e avanzato, per costruire relazioni e solidarietà diffusa e respingere, con forza, l’assalto all’autodeterminazione della donna, la paura e l’odio. Carla Nespolo – Presidente nazionale ANPI Roma 21 novembre 2018 (L’appuntamento è alle ore 13.30 davanti alla Basilica di S.Maria degli Angeli in Piazza della Repubblica)

Marcia per la pace Perugia-Assisi – 7 Ottobre 2018.

Il 7 Ottobre saremo impegnati con il secondo incontro del corso di formazione “Dalla Resistenza alla Costituzione” ed in concomitanza si svolgerà la Marcia per la pace Perugia-Assisi a cui l’ ANPI ha aderito a livello Nazionale. Saremo, in ogni caso, presenti alla Marcia per la pace con una delegazione del Comitato Provinciale ANPI Verona. Per chi fosse interessato a partecipare potrà fare riferimento a Gigi Vesentini, nostro alfiere, per comporre la delegazione dalla provincia di Verona. L’ANPI ci sarà con l’entusiasmo, la generosità e il senso di responsabilità che ci hanno trasmesso i partigiani”. Carla Nespolo, Presidente ANPI APPELLO PER LA MARCIA 2018 DEL COMITATO VERONESE PER LA PACE. MARCIA PERUGIA – ASSISI PULLMAN DEL COMITATO VERONESE PER LA PACE.  

Medaglia d’Oro al Valor Militare – Città di Verona, 25 settembre 1991

 IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA CONCEDE AL COMUNE DI VERONA MEDAGLIA D’ORO AL VALOR MILITARE “CITTA’ DI NOBILI TRADIZIONI PATRIOTTICHE, DAL RISORGIMENTO ALLA SECONDA GUERRA MONDIALE PIU’ VOLTE VESSATA DA OPERAZIONI MILITARI E DA ESERCITI STRANIERI, VERONA OFFRI’ ALLA RESISTENZA L’OLOCAUSTO DEL SUO SECONDO COMITATO DI LIBERAZIONE NAZIONALE CHE VI ORGANIZZO’ LA GUERRIGLIA E VENNESTERMINATO NEI CAMPI NAZISTI; IL SANGUE DEI SUOI CONCITTADINI DEL CORPO ITALIANO DI LIBERAZIONE E DI QUANTI VOLONTARIAMENTE COMBATTERONO LONTANI DALLA PATRIA; IL SACRIFICIO DEGLI INTERNATI MILITARI NEI LAGER E QUELLO DEI DEPORTATI POLITICI E RAZZIALI. L’ARMISTIZIO DELL’8 SETTEMBRE 1943 VI SUSCITO’ LA STRENUA DIFESA DI POPOLO E DI MILITARI DELL’8° REGGIMENTO ARTIGLIERIA: IL 17 LUGLIO 1944 VIDE L’AUDACE ASSALTO AL CARCERE DEGLI “SCALZI”; LA NOTTE SUL 26 APRILE 1945 LA SOLIDARIETA’ DEL POPOLO DI AVESA NELLO SGOMBERO DELL’IMMENSA POLVERIERA TEDESCA, PER LA SALVEZZA DELLA CITTA’. FEDELE CUSTODE DELLE SUE GLORIE MILITARI, ESPRESSE IN NUMEROSE DECORAZIONI AL VALORE, NON DOMA DAI BOMBARDAMENTI DEVASTANTI, DALLE DEPORTAZIONI, DALLE INSIDIE DELLE VARIE POLIZIE, DALLE REPRESSIONI, FUCILAZIONI, DISTRUZIONI DI INTERE CONTRADE CHE COLPIRONO LA PIANURA E …

21 Settembre 2018 – 75° Anniversario Eccidio Divisione Acqui

“Il primo e straordinario atto di Resistenza” http://www.anpi.it/storia/139/la-divisione-acqui   “Quando l’Anpi insiste nella difesa della memoria non è solo per conservare quel patrimonio ideale che ha portato l’Italia a sconfiggere il nazifascismo avviando una nuova stagione di libertà. La verità è che solo ricordando chi siamo stati si può proseguire sulla strada della democrazia. Ed è questo l’insegnamento che non si deve mai dimenticare.” da http://www.anpi.it/luoghi-di-memoria/   Come ogni anno, saremo presenti con una delegazione del Comitato Provinciale ed il Labaro. Invitiamo a partecipare numerosi.

La Presidente nazionale ANPI sull’esito delle elezioni svedesi: “L’UE cambi radicalmente le sue politiche economiche e sociali o non si arresterà la crescita dei partiti di estrema destra”

Il partito “sovranista” di Svezia, pur non sfondando, ottiene un importante risultato. Si conferma così l’allarme da tempo lanciato dall’ANPI sulla crescente estensione di tali movimenti politici. Per quanto diversa sia la situazione attuale, non va mai dimenticata la sottovalutazione e la debolezza di tante forze democratiche davanti all’ascesa al potere di fascisti e nazisti nel 900. La via da percorrere per fermare l’espandersi di un fenomeno continentale che può minare alla radice i presupposti dell’UE è quella dell’unità degli antifascisti e della lotta per la difesa e il rinnovamento della democrazia. Antifascismo e democrazia sono le basi su cui è nata quell’unità europea che ha consentito mezzo secolo di pace. Ma è fondamentale un cambiamento radicale delle politiche economiche e sociali, dell’atteggiamento stesso dell’UE davanti ai problemi e ai bisogni dei popoli. Un decennio di austerità forzata e controproducente ha creato una rivolta delle coscienze ed una rottura dei legami fra i popoli e l’istituzione europea. Su questa base è sorto e si è sviluppato il consenso ai partiti “sovranisti”. Allarma che, nonostante l’evidenza …

APPELLO:Una maglietta rossa per fermare l’emorragia di umanità Sabato 7 luglio

indossiamo una maglietta rossa per un’accoglienza capace di coniugare sicurezza e solidarietà Carissime e carissimi, vi informo con piacere, che ieri su iniziativa di Don Ciotti, i presidenti nazionali di Libera, ANPI, ARCI e Legambiente hanno promosso un appello dal titolo: Una maglietta rossa per fermare l’emorragia di umanità. Si tratta di una iniziativa con cui si chiede alle cittadine e ai cittadini di indossare il giorno 7 luglio una maglietta rossa, appunto, non solo in memoria dei bambini recentemente morti in mare ma per lanciare un messaggio forte e corale: restiamo umani. Abbandonare l’accoglienza e la solidarietà al loro destino è un atto, oltreché indegno, pericoloso perché lesivo della convivenza civile. E’ importante “prendere per mano questo appello” sostenerlo con iniziative anche piccole, ma simboliche, in tutta Italia. Vi chiedo dunque di esserci, come sapete fare con passione, dedizione ed orgoglio antifascista. Dobbiamo fare rete e a questo proposito sarebbe bello e importante che nei luoghi dove vi attiverete, vi faceste delle fotografie con le magliette rosse indossate e le bandiere o medaglieri identificativi …