All posts filed under: Evento

Giorno della Memoria a Legnago 22 gennaio: Eugenio Iafrate, “Le deportazioni in Italia”.

Il 22 gennaio a Legnago, presso la sala civica alle ore 20.45, l’ANPI Sezione di Legnago e Bassa Veronese in occasione del “Giorno della memoria”, incontrerà Eugenio Iafrate, dirigente ANED, autore della ricerca Elementi Indesiderabili, storia e memorie di un “trasporto”, Roma-Mauthausen 1944. La ricerca, partita da confusi ricordi famigliari su uno zio deceduto nel tristemente noto campo di concentramento austriaco di Mauthausen, assume, con lo scorrere delle pagine, una dimensione che travalica quella per lungo tempo ricordata in un ambito solo strettamente famigliare, per diventare, attraverso un percorso segnato da orrori indicibili, il calvario che ha segnato l’esistenza di migliaia di deportati italiani. Eugenio Iafrate fornirà una ampia visione delle deportazioni includendovi la vicenda degli IMI. La deportazione: razziale e politica, nelle varie classificazioni con cui i nazifascisti classificavano coloro che erano definiti «indesiderabili», era resa possibile da una vasta rete – più o meno consapevole –, di complicità un misto di zelo e indifferenza che permetteva alla macchina repressiva, burocratica e poliziesca di funzionare. Furono tanti i «trasporti», composti da carri bestiame piombati, …

Memoria: Giovedì 23 gennaio, posa targa commemorativa del Campo di Concentramento di Montorio.

La manifestazione è promossa ed organizzata dall’Associazione montorioveronese.it con il Patrocinio ed il contributo del Comune di Verona – Circoscrizione 8^, con la collaborazione dell’Istituto Veronese per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea, dell’Associazione Figli della Shoah per non dimenticare e della Comunità Ebraica di Verona.L’evento commemorativo sarà preceduto, alle ore 10.00 presso l’Aula Magna della Scuola L. Simeoni in via dei Gelsi n. 20 a Montorio (VR), da un momento di approfondimento e di riflessione storico-sociale aperto al pubblico, per non dimenticare il drammatico passato affinché, come dice la Legge 211 /2000: “. . simili eventi non possano più accadere”.Il Programma della giornata prevede alle ore 11.30 lo svelamento della Targa commemorativa Campo di Concentramento di Montorio alla presenza delle Autorità e di una delegazione di studenti delle Scuole Secondarie di I° del territorio.Per motivi organizzativi si prega di dare la propria adesione ai seguenti recapiti: montorioveronese@gmail. com — 349.4233007 — 339. 6330603.

Sabato 18 gennaio 2020, presentazione del volume: “I luoghi del Ventennio”.

L’Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea, l’Associazione nazionale partigiani d’Italia (ANPI), l’Associazione nazionale perseguitati politici italiani antifascisti (ANPPIA), in collaborazione con l’Associazione di promozione sociale Magazzino Verona, organizzano un incontro che si terrà sabato 18 gennaio 2020 alle ore 16.20 presso la sede dell’Istituto in via Cantarane 26, in cui sarà presentato il volume: I luoghi del Ventennio Verona, memoria e presente Di Vittorio Rossi, Erich Perrotta, Gianluca De SantiIntervengono: Stefano Biguzzi, Olinto Domenichini, Erich Perrotta I Luoghi del Ventennio è un progetto collettivo che nasce dalla voglia di alcuni fotografi di Verona di mettersi in gioco in un percorso comune e condiviso, per nulla semplice. Ognuno di loro ha portato i propri gusti, le proprie idee e scelte stilistiche, le proprie capacità e sensibilità. Tutte queste singolarità si sono unite in questo originale progetto.70 anni dopo, 106 luoghi, 20 mesi di lavoro, 35 fotografi, 70 occhi e migliaia di scatti dell’otturatore. Il risultato è la visione contemporanea e particolare di quei luoghi di Verona, che portano una traccia evidente e …

Sabato 11 gennaio: “L’angelo di Auschwitz Mala Zimetbaum, l’ebrea che sfidò i nazisti”.

L’Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea, l’Associazione nazionale partigiani d’Italia (ANPI), l’Associazione nazionale perseguitati politici italiani antifascisti (ANPPIA) e l’Associazione nazionale ex deportati nei campi nazisti (ANED), per ricordare il GIORNO DELLA MEMORIA, organizzano un incontro che si terrà presso la sala “Berto Perotti” dell’IVrR, in via Cantarane 26, sabato 11 gennaio 2020, alle ore 16.20 in cui sarà presentato il libro pubblicato nel 2019 dall’editore Marsilio: L’angelo di AuschwitzMala Zimetbaum l’ebrea che sfidò i nazisti di Frediano Sessi Intervengono: Carlo Saletti e Frediano Sessi Tra coloro che riuscirono a fare ritorno da Auschwitz, il nome di Mala Zimetbaum, presto dimenticato dalla grande storia, rimase sempre vivo. Come fu possibile per questa giovane donna restare sé stessa nell’inferno del Lager? Che cosa la spinse a sacrificarsi per le compagne? Una straordinaria storia di resistenza, in un racconto che ne fa rivivere l’enigma e la lezione. «Mala era una giovane ebrea polacca che era stata catturata in Belgio e che parlava correntemente molte lingue, perciò a Birkenau fungeva da interprete e da …

— RINVIATA a data da destinarsi — “Sabato 21 dicembre 2019 – Conferenza di Marco Revelli”

L’Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea, l’Associazione nazionale partigiani d’Italia (ANPI), l’Associazione nazionale perseguitati politici italiani antifascisti (ANPPIA) organizzano un incontro che si terrà sabato 21 dicembre 2019 alle ore 16.20 presso la sede dell’Istituto in via Cantarane 26, dal titolo: Nuto Revelli a cento anni dalla nascita Conferenza di Marco Revelli Introduce Stefano Biguzzi, Presidente IVrR Nuto Revelli, (1919-2004) nato a Cuneo ha combattuto sul fronte russo come tenente degli Alpini nel battaglione ‘Tirano’ e ha partecipato alla tragica ritirata. Durante la Resistenza è stato comandante di una formazione partigiana di Giustizia e Libertà sulle montagne del cuneese. Ha scritto opere di testimonianza storica e di forte etica civile, ha dato voce ai caduti e dispersi della guerra e ai dimenticati del mondo contadino. Fra i suoi libri ricordiamo: La guerra dei poveri, La strada del davai, Mai tardi, L’ultimo fronte, Il mondo dei vinti, L’anello forte, Il disperso di Marburg, Le due guerre.

Nespolo a Piazza San Giovanni: “Care sardine, i partigiani e le partigiane sono con voi”

14 Dicembre 2019 Il saluto della Presidente nazionale ANPI alle sardine dal palco della manifestazione in Piazza San Giovanni a Roma “Grazie ragazze e ragazzi della vostra passione, del coraggio e dell’allegria. È venuta da voi una grande ventata di speranza e di vigore democratico. Lo voglio dire forte: l’Anpi è con voi, le partigiane e i partigiani sono con voi. Grazie a loro è nata la Costituzione. Agli immemori: la Costituzione non è afascista, è antifascista. Teniamoci per mano generazioni diverse e ce la faremo a cambiare questo Paese“ Carla Nespolo – Presidente nazionale ANPI RASSEGNA STAMPA DELL’EVENTO: Videoregistrazione della parte centrale del saluto della Presidente NespoloAgenzia stampa LaPresse – videointervista alla Presidente NespoloDa La RepubblicaDa Il Fatto QuotidianoDa Huffington PostDal Tg3 (dal minuto 01:19)Dal Tg  La 7  (dal minuto 15:37)

14/12 Manifestazione nazionale delle “sardine” a Roma: l’ANPI ci sarà.

5 Dicembre 2019. Dichiarazione della Presidente nazionale ANPI, Carla Nespolo. Appuntamento il 14 dicembre alle ore 15 in Piazza San Giovanni a Roma. L’ANPI parteciperà alla manifestazione nazionale delle “sardine”, indetta per sabato 14 dicembre a Roma, perché si tratta di un movimento fortemente popolare con una dichiarata passione democratica e costituzionale. Ne condividiamo la natura antiautoritaria, il ripudio dell’odio e di ogni linguaggio offensivo, la spontanea vocazione antifascista che si manifesta anche nel frequente canto di “Bella ciao”. Soprattutto ne condividiamo l’entusiasmo e il desiderio di riconquista del proprio futuro, ed auspichiamo perciò che duri nel tempo. È il contrario dell’antipolitica, perché avanza parole d’ordine di riforma della politica e di fiducia nella buona politica. La fortissima presenza di ragazze e ragazzi in questo movimento è una interessantissima novità perché, al pari delle recenti manifestazioni studentesche contro il riscaldamento globale, manifesta una speranza ed una volontà di rinnovamento che va incoraggiata e sostenuta. Parteciperemo alla manifestazione di Roma senza bandiere e striscioni dell’Associazione, come cittadini che rivendicano più democrazia e più giustizia sociale, e …

16 Dicembre 2019: Incontro post Cammino della Memoria del 12 e 13 Ottobre 2019.

Incontro post Cammino della Memoria del 12 e 13 Ottobre 2019DA VERONA A RENON-RITTENPERCORSI DI NON VIOLENZA NELL’ALTO ADIGE/SUDTIROL ANTINAZISTA, RESISTENTE, NONVIOLENTO Care e cari viaggiatori,                                     come forse ricordate, durante il viaggio di ritorno dal nostro ‘Cammino’ in Alto Adige/Sud Tirol abbiamo fissato per il 16 dicembre l’incontro post cammino …. Sarà, per chi potrà partecipare e vi invitiamo a fare il possibile per poterci essere,  un momento di condivisione e valutazione dell’esperienza, con visone di alcuni dei contributi audiovisivi che non siamo riusciti a vedere in pullman, e delle foto fatte; con presentazione di prossimi appuntamenti comuni delle associazioni proponenti…. e anche un momento conviviale, con un piccolo aperitivo e occasione per farci gli auguri per le prossime festività e il nuovo anno… Appuntamento lunedì 16 dicembre 2019 dalle 18 alle 20Casa per la nonviolenzaVia Spagna 8 – Verona Speriamo davvero di potervi avere tutte e tutti. Chi non ci potrà essere sarà sicuramente presente insieme a noi nell’ intenzione comune e nella condivisione di valori. Movimento Nonviolento, Aned Sezione di Verona, Comitato Provinciale ANPI …

“DAL RAZZISMO ALLE DEPORTAZIONI”, Corso di Formazione per insegnanti del I° E II° ciclo.

            Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea (IVrR), Associazione nazionale perseguitati politici italiani antifascisti (ANPPIA) e ANPI Verona Comitato Provinciale organizzano: Corso di Formazione per insegnanti del I° E II° ciclo DAL RAZZISMO ALLE DEPORTAZIONI Ripensare il passato per problematizzare il presente: il porrajomos e la persecuzione dei rom e dei sinti Novembre\Dicembre 2019 Dopo il successo del corso attivato nello scorso anno scolastico, la sezione di Verona dell’Associazione Nazionale Ex Deportati nei Campi Nazisti (ANED), Il Comitato provinciale dell’Associazione nazionale partigiani d’Italia (ANPI) di Verona e l’Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea (IVRR) propongono anche quest’anno un ciclo di lezioni rivolto agli insegnanti del primo e secondo ciclo di istruzione sul tema delle deportazioni. Il corso, articolato in cinque incontri, si servirà dell’intervento di docenti esperti per affrontare il tema delle deportazioni e del sistema concentrazionario messo in atto dal nazifascismo nelle sue diverse declinazioni, per affrontare poi la storia del porrajmos, con dati documentari, ma anche attraverso le testimonianze trasmesse oralmente nelle comunità rom …

Mercoledì 11 Dicembre 2019 ore 17.00: LUCIANO CANFORA Storico

Professore emerito dell’Università di Bari presenterà il volume ” Fermare l’odio“ Laterza 2019 Presso la Società Letteraria di Verona Sala Montanari – P.tta scalette Rubiani 1.Ingresso libero fino ad esaurimento posti. “La vicenda degli spostamenti di masse umane coincide con la storia stessa del genere umano. È puerile volervi porre un freno «a mano armata». Gli stessi Stati europei che ora indossano l’elmetto per chiudere le porte e i porti traggono origine da migraz ioni di popoli che investirono – in un processo storico durato secoli – la struttura statale all’epoca considerata la più forte, quella dell’impero romano. Anche allora avvenne che forze spirituali, dall’interno, incrinarono (e rivelarono vana) la risposta militare. Anche allora, per un tempo non breve, la ‘migrazione’ avvenne in forma di stillicidio pacifico. E l’impero romano adottò, per un tempo non breve, verso l’irresistibile fenomeno, una risposta duttile integrando gli elementi più capaci o più in vista (anche i migranti sono ed erano attraversati da articolazioni sociali) nelle strutture soprattutto militari. Poi venne il tempo delle migrazioni di interi popoli armati …