Author: Rob

Sabato 1 febbraio – presentazione del volume: “Storia dell’Adriatico”.

L’Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea, l’Associazione nazionale partigiani d’Italia (ANPI), l’Associazione nazionale perseguitati politici italiani antifascisti (ANPPIA), per il GIORNO DEL RICORDO organizzano un incontro che si terrà presso la sala “Berto Perotti” dell’IVrR, in via Cantarane 26 sabato 1 febbraio 2020 alle ore 16.20 dal titolo: L’Adriatico tra mito nazionale e realtà Conferenza-presentazione del volume Storia dell’Adriatico (il Mulino 2019) di Egidio Ivetic Con l’autore, introduce e coordina l’incontro Stefano Biguzzi, Presidente IVrR. Egidio Ivetic è professore Associato di Storia moderna all’Università di Padova ed è socio effettivo dell’Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti. Gli ambiti di studio riguardano la storia del Mediterraneo, dei Balcani e di Venezia. Ha collaborato a progetti di ricerca internazionale che hanno segnato gli studi storici dell’area post jugoslava. È stato referente per l’Europa orientale e membro del comitato di consulenza per le relazioni internazionali del Rettore dell’Università di Padova (2010-2015). È rappresentante dell’Università di Padova nel Coimbra Group Universities, Working Group in Social Sciences and Humanities SSH, nonché dell’iniziativa UniAdrion.Collabora regolarmente con …

VERSO IL 27 GENNAIO “Giorno della Memoria”

“Verona: Cittadinanza Onoraria a Liliana Segre, senatrice a vita, sopravvissuta al campo di sterminio di Auschwitz e Via Almirante, sostenitore delle Leggi Razziali, leader del Msi e della destra nazionale, che dopo la caduta del regime fascista di Mussolini aderì alla Repubblica  di Salò alleata di Hitler”. “Una via Almirante a Verona? Oh, povera strada! Mi chiedo se sia lo stesso Comune. Le due scelte sono di fatto incompatibili, per storia, per etica e per logica. La città di Verona, democraticamente, faccia una scelta e decida ciò che vuole, ma non può fare due scelte che sono antitetiche l’una all’altra. Questo no, non è possibile!” Liliana Segre Non abbiamo dubbi “Via Almirante” non può avere cittadinanza a Verona, città Medaglia d’Oro della Resistenza. Lo dimostrano le iniziative che in queste settimane si susseguono numerose. Realtà istituzionali, di movimento e associazioni invitano alla partecipazione ad eventi per non dimenticare il passato e per ricordare gli orrori del nazifascismo affinché la storia non si possa ripetere. Invitiamo e ci permettiamo di sollecitare la vostra attenzione alla lettura delle iniziative segnalate in questa …

Conferenza sabato 25 gennaio 2020: “STORIE SENZA STORIA”.

L’Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea, l’Associazione nazionale partigiani d’Italia (ANPI), l’Associazione nazionale perseguitati politici italiani antifascisti (ANPPIA) organizzano un incontro che si terrà sabato 25 gennaio 2020 alle ore 16.20 presso la sede dell’Istituto in via Cantarane 26, dal titolo: “Storie senza Storia“ Archeologia e costruzione della memoria della Grande Guerra Conferenza di Franco NicolisIntervengono Federico Melotto e Giampaolo Rizzetto In anni recenti l’Ufficio beni archeologici della Provincia autonoma di Trento ha condotto diverse esperienze di archeologia della Prima Guerra Mondiale, in parte in contesti tradizionali (Monte Pasubio) ma soprattutto in contesti della cosiddetta Guerra Bianca, quella svoltasi in territori posti a quote molto elevate, che superano spesso i 3000 metri, e addirittura in ambiente glaciale.Franco Nicolis ha studiato presso le Università di Bologna e di Pisa. È Direttore dell’Ufficio beni archeologici della Soprintendenza per i beni culturali della Provincia autonoma di Trento. Ha diretto scavi e ricerche riguardanti in particolare la preistoria delle Alpi. È Membro di importanti commissioni scientifiche internazionali ed è il curatore della collana Archeologia delle …

ANPI Caprino Veronese – 24 Gennaio – Verso il “Giorno della Memoria”

In occasione del Giorno della Memoria la Sezione ANPI Caprino Veronese in collaborazione con l’ Istituto Veronese per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea invita a partecipare all’iniziativa: Una vita contro:VITTORE BOCCHETTAun artista nel lager Relatore: Roberto Bonente, Istituto Veronese per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea. Presso la sala dei Sogni del Museo di Palazzo Carlotti, Caprino Veronese Venerdì 24 gennaio alle ore 20.30.

Giorno della Memoria a Legnago 22 gennaio: Eugenio Iafrate, “Le deportazioni in Italia”.

Il 22 gennaio a Legnago, presso la sala civica alle ore 20.45, l’ANPI Sezione di Legnago e Bassa Veronese in occasione del “Giorno della memoria”, incontrerà Eugenio Iafrate, dirigente ANED, autore della ricerca Elementi Indesiderabili, storia e memorie di un “trasporto”, Roma-Mauthausen 1944. La ricerca, partita da confusi ricordi famigliari su uno zio deceduto nel tristemente noto campo di concentramento austriaco di Mauthausen, assume, con lo scorrere delle pagine, una dimensione che travalica quella per lungo tempo ricordata in un ambito solo strettamente famigliare, per diventare, attraverso un percorso segnato da orrori indicibili, il calvario che ha segnato l’esistenza di migliaia di deportati italiani. Eugenio Iafrate fornirà una ampia visione delle deportazioni includendovi la vicenda degli IMI. La deportazione: razziale e politica, nelle varie classificazioni con cui i nazifascisti classificavano coloro che erano definiti «indesiderabili», era resa possibile da una vasta rete – più o meno consapevole –, di complicità un misto di zelo e indifferenza che permetteva alla macchina repressiva, burocratica e poliziesca di funzionare. Furono tanti i «trasporti», composti da carri bestiame piombati, …

Memoria: Giovedì 23 gennaio, posa targa commemorativa del Campo di Concentramento di Montorio.

La manifestazione è promossa ed organizzata dall’Associazione montorioveronese.it con il Patrocinio ed il contributo del Comune di Verona – Circoscrizione 8^, con la collaborazione dell’Istituto Veronese per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea, dell’Associazione Figli della Shoah per non dimenticare e della Comunità Ebraica di Verona.L’evento commemorativo sarà preceduto, alle ore 10.00 presso l’Aula Magna della Scuola L. Simeoni in via dei Gelsi n. 20 a Montorio (VR), da un momento di approfondimento e di riflessione storico-sociale aperto al pubblico, per non dimenticare il drammatico passato affinché, come dice la Legge 211 /2000: “. . simili eventi non possano più accadere”.Il Programma della giornata prevede alle ore 11.30 lo svelamento della Targa commemorativa Campo di Concentramento di Montorio alla presenza delle Autorità e di una delegazione di studenti delle Scuole Secondarie di I° del territorio.Per motivi organizzativi si prega di dare la propria adesione ai seguenti recapiti: montorioveronese@gmail. com — 349.4233007 — 339. 6330603.

Sabato 18 gennaio 2020, presentazione del volume: “I luoghi del Ventennio”.

L’Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea, l’Associazione nazionale partigiani d’Italia (ANPI), l’Associazione nazionale perseguitati politici italiani antifascisti (ANPPIA), in collaborazione con l’Associazione di promozione sociale Magazzino Verona, organizzano un incontro che si terrà sabato 18 gennaio 2020 alle ore 16.20 presso la sede dell’Istituto in via Cantarane 26, in cui sarà presentato il volume: I luoghi del Ventennio Verona, memoria e presente Di Vittorio Rossi, Erich Perrotta, Gianluca De SantiIntervengono: Stefano Biguzzi, Olinto Domenichini, Erich Perrotta I Luoghi del Ventennio è un progetto collettivo che nasce dalla voglia di alcuni fotografi di Verona di mettersi in gioco in un percorso comune e condiviso, per nulla semplice. Ognuno di loro ha portato i propri gusti, le proprie idee e scelte stilistiche, le proprie capacità e sensibilità. Tutte queste singolarità si sono unite in questo originale progetto.70 anni dopo, 106 luoghi, 20 mesi di lavoro, 35 fotografi, 70 occhi e migliaia di scatti dell’otturatore. Il risultato è la visione contemporanea e particolare di quei luoghi di Verona, che portano una traccia evidente e …

Sabato 11 gennaio: “L’angelo di Auschwitz Mala Zimetbaum, l’ebrea che sfidò i nazisti”.

L’Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea, l’Associazione nazionale partigiani d’Italia (ANPI), l’Associazione nazionale perseguitati politici italiani antifascisti (ANPPIA) e l’Associazione nazionale ex deportati nei campi nazisti (ANED), per ricordare il GIORNO DELLA MEMORIA, organizzano un incontro che si terrà presso la sala “Berto Perotti” dell’IVrR, in via Cantarane 26, sabato 11 gennaio 2020, alle ore 16.20 in cui sarà presentato il libro pubblicato nel 2019 dall’editore Marsilio: L’angelo di AuschwitzMala Zimetbaum l’ebrea che sfidò i nazisti di Frediano Sessi Intervengono: Carlo Saletti e Frediano Sessi Tra coloro che riuscirono a fare ritorno da Auschwitz, il nome di Mala Zimetbaum, presto dimenticato dalla grande storia, rimase sempre vivo. Come fu possibile per questa giovane donna restare sé stessa nell’inferno del Lager? Che cosa la spinse a sacrificarsi per le compagne? Una straordinaria storia di resistenza, in un racconto che ne fa rivivere l’enigma e la lezione. «Mala era una giovane ebrea polacca che era stata catturata in Belgio e che parlava correntemente molte lingue, perciò a Birkenau fungeva da interprete e da …

29 Dicembre: Ricordo ad un anno dalla scomparsa per Raffaele Capuozzo.

Raffaele Capuozzo, Vice Presidente e Membro del Comitato Provinciale ANPI Verona, Deportato e Partigiano, Medaglia della Città di Verona 2014, Medaglia della Liberazione 2016. Cenni Biografici Nasce a Milano nel 1924. Arrestato a Pacengo l’11 maggio del 1944, viene incarcerato e interrogato al Palazzo dell’INA a Verona. Deportato a Bolzano, giunge a Dachau il 9 ottobre del 1944 (Matricola 113256) ed è classificato come Schutz (arrestato per motivi di sicurezza). Il 27 ottobre è trasferito a Bad Gandersheim (sottocampo di Buchenwald), dove arriva il 18 novembre (Matricola 94446) ed è classificato come ‘Detenuto Politico’. E’ liberato nel maggio del 1945 durante la marcia della morte da Buchenwald. Nel 2014, nel 69° anniversario della liberazione del campo di concentramento di Auschwitz, gli fu consegnata la Medaglia della Città, a ricordo delle celebrazioni della Giornata della Memoria. Nel 2016, gli fu conferita la Medaglia della Liberazione, coniata in occasione del 70° anniversario della Liberazione. Riconoscimento che il Governo per mano dei Prefetti ha consegnato ad oltre 8.000 tra Partigiani e Staffette su segnalazioni dell’ANPI Nazionale, attraverso i Comitati Provinciali e le Sezioni all’estero. Lo ricordiamo nel …

— RINVIATA a data da destinarsi — “Sabato 21 dicembre 2019 – Conferenza di Marco Revelli”

L’Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea, l’Associazione nazionale partigiani d’Italia (ANPI), l’Associazione nazionale perseguitati politici italiani antifascisti (ANPPIA) organizzano un incontro che si terrà sabato 21 dicembre 2019 alle ore 16.20 presso la sede dell’Istituto in via Cantarane 26, dal titolo: Nuto Revelli a cento anni dalla nascita Conferenza di Marco Revelli Introduce Stefano Biguzzi, Presidente IVrR Nuto Revelli, (1919-2004) nato a Cuneo ha combattuto sul fronte russo come tenente degli Alpini nel battaglione ‘Tirano’ e ha partecipato alla tragica ritirata. Durante la Resistenza è stato comandante di una formazione partigiana di Giustizia e Libertà sulle montagne del cuneese. Ha scritto opere di testimonianza storica e di forte etica civile, ha dato voce ai caduti e dispersi della guerra e ai dimenticati del mondo contadino. Fra i suoi libri ricordiamo: La guerra dei poveri, La strada del davai, Mai tardi, L’ultimo fronte, Il mondo dei vinti, L’anello forte, Il disperso di Marburg, Le due guerre.