All posts filed under: Evento

Conferenza: Venerdì 7 dicembre 2018: Gli ebrei italiani davanti alle leggi razziste, Anna Foa.

            L’Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea (IVrR), l’Associazione nazionale partigiani d’Italia (ANPI) e l’Associazione nazionale perseguitati politici italiani antifascisti (ANPPIA) organizzano per venerdì 7 dicembre 2018 alle ore 16.20 un incontro che si terrà presso la sala “Berto Perotti” dell’IVrR, in via Cantarane 26 dal titolo: Gli ebrei italiani davanti alle leggi razziste: reazioni, illusioni, traumi Conferenza di Anna Foa Introduce Stefano Biguzzi Anna Foa, docente di Storia Moderna alla Facoltà di Lettere presso  l’Università di Roma “La Sapienza”, è stata anche Visiting Fellow nelle università del Michigan, di Washington e di Northampton. Le sue principali aree di interesse sono state la Storia sociale e culturale nell’età rinascimentale, la Storia degli ebrei, la Didattica della storia. Fra i suoi numerosi libri e saggi possiamo ricordare: La stregoneria in Europa; Ebrei in Europa dalla Peste Nera all’Emancipazione; Un vescovo marrano: ilprocesso a Pedro de Aranda; Giordano Bruno; Le donne nella storia degliebrei in Italia; I fili della memoria. Uomini e donne nella storia; La famiglia F.

Conferenza sabato 1° dicembre: L’armata tradita.

Gli ebrei italiani nella Grande Guerra, tra Risorgimento e leggi razziali.             L’Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea (IVrR), l’Associazione nazionale partigiani d’Italia (ANPI) e l’Associazione nazionale perseguitati politici italiani antifascisti (ANPPIA) organizzano per sabato 1° dicembre 2018 alle ore 16.20 un incontro che si terrà presso la sala “Berto Perotti” dell’IVrR, in via Cantarane 26 dal titolo: L’armata tradita Gli ebrei italiani nella Grande Guerra, tra Risorgimento e leggi razziali Conferenza di Stefano Biguzzi Stefano Biguzzi, storico formatosi a Ca’ Foscari, è uno specialista del primo Novecento italiano con un particolare interesse per la stagione tardo-risorgimentale dell’irredentismo, la Grande Guerra e la crisi dello Stato liberale, dall’impresa di Fiume all’avvento del fascismo. Con UTET ha pubblicato L’orchestra del duce (2003) e Cesare Battisti (2008); figura poi tra gli autori del volume Mussolini socialista (2015), a cura di Emilio Gentile e Spencer M. Di Scala, edito da Laterza e uscito anche negli Stati Uniti per Macmillan Palgrave. Ha scritto l’introduzione a Il D’Annunzio fiumano di Silvio …

Adesione dell’ANPI alla manifestazione nazionale del 24 novembre contro la violenza sulle donne

Il comunicato della Presidente nazionale, Carla Nespolo L’ANPI aderisce alla manifestazione nazionale del 24 novembre a Roma, in occasione della giornata internazionale contro la violenza di genere, organizzata dall’Associazione “Non Una Di Meno”. Saremo in piazza, donne e uomini insieme, per difendere, in continuità con le lotte sociali che le nostre partigiane hanno portato avanti anche dopo la Resistenza, le conquiste ed i valori propri di uno stato democratico, aperto e avanzato, per costruire relazioni e solidarietà diffusa e respingere, con forza, l’assalto all’autodeterminazione della donna, la paura e l’odio. Carla Nespolo – Presidente nazionale ANPI Roma 21 novembre 2018 (L’appuntamento è alle ore 13.30 davanti alla Basilica di S.Maria degli Angeli in Piazza della Repubblica)

15 novembre 2018 – Omaggio a Vittore Bocchetta nel centenario della sua nascita

Nato a Sassari il 15 novembre 1918, cittadino del mondo, viaggiatore indomito e ribelle tra culture, terre, arti, generazioni, utopie, nei recenti decenni di testimonianza della sua incredibile vicenda umana, del suo impegno politico, della Resistenza, della deportazione, ha scelto Verona. La Biblioteca Civica di Verona la sezione veronese dell’Associazione Nazionale ex Deportati nei Campi Nazisti (ANED) in collaborazione con il Circolo dei Lettori propongono alla città una lettura di brani scelti da ‘Prima e dopo – Quadri 1918-1949’ autobiografia di V. Bocchetta a cura di Simone Gianesini, Tamellini edizioni 2012 che si terrà giovedì 15 novembre dalle ore 17,30 presso la Sala Nervi della Biblioteca Civica di via Cappello.   Biografia Vittore Bocchetta nasce a Sassari il 15 novembre 1918. Giovane dirigente del movimento antifascista a Verona già dal 1941, viene arrestato per le sue idee “sovversive” nel novembre del 1943 e detenuto nel Carcere degli Scalzi. Rilasciato nel febbraio del 1944 entra a far parte del Comitato di Liberazione Nazionale di Verona (marzo 1944). Il 4 luglio 1944 viene nuovamente arrestato dai fascisti …

Incontro sabato 10 novembre 2018: Berto Perotti testimone della Kristallnacht

L’Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea (IVrR), l’Associazione nazionale partigiani d’Italia (ANPI) e l’Associazione nazionale perseguitati politici italiani antifascisti (ANPPIA) organizzano per sabato 10 novembre 2018 alle ore 16.20 un incontro che si terrà presso la sala “Berto Perotti” dell’IVrR, in via Cantarane 26 dal titolo Berto Perotti testimone della Kristallnacht Ricorderemo l’ottantesimo anniversario della Notte dei cristalli con letture, filmati e la figura di Berto Perotti testimone diretto di quegli avvenimenti Interviene Carlo Saletti «Quando giunsi quel mattino davanti alla sinagoga usciva ancora un po’ di fumo dalla sua cupola, della quale restava solo la intelaiatura metallica. Al di là dello sbarramento, appoggiate ai muri, le scale dei pompieri, e, tutto intorno, una folla taciturna, che stava lì, inerte, a guardare. Una lussuosa automobile giunse ad un tratto e la folla si divise al suo passaggio. All’interno della vettura, che subito si fermò, cinque uomini in uniforme, certo dei pezzi grossi di qualche formazione politica. Alcuni militi in divisa scattarono sull’attenti, quando i grossi personaggi discesero. Osservarono, con vivo interesse, …

LEGNAGO: 14 novembre , presentazione del libro di Ugo de Grandis

 “E LA PIAZZA DECISE. SCHIO 7 LUGLIO 1945. L’ECCIDIO” Presso la sala civica di via Matteotti alle 20.45.  L’opera di De Grandis narra le vicende terribili degli ultimi giorni di guerra e dell’immediato dopoguerra, contestualizzando con documentazione inedita gli avvenimenti che portarono alla nota strage del carcere di Schio. Si è creato su questo episodio una vulgata priva di contesto e con falsi storici a beneficio di nostalgici e di nuove destre. Anche da parte resistenziale c’è stato su questo come su altri episodi un pur comprensibile riserbo che ha però permesso una narrazione parziale da parte di chi non si riconosce nei valori della Resistenza. Proponiamo i fatti di Schio sia come paradigma del dopoguerra, sia come paradigma delle successive narrazioni parziali e decontestualizzate supinamente accettate. Nel nostro Paese le più plateali manifestazioni di apologia del fascismo sono ormai totalmente impunite, la celebrazione della marcia su Roma  del 28 ottobre u.s. a Predappio ne è solo l’ultimo e più deprimente episodio. Proliferano nella nostra Bassa Veronese manifestazioni di organizzazioni di destra estrema che …