All posts filed under: Democrazia

9 Settembre 2018 – Manifestazione Patriottica sul Monte comun – 74° Anniversario della Battaglia

Il Comune di Grezzana, il Comune di Negrar e l’Associazione Volontari della Libertà (AVL) invitano alla commemorazione del 74° anniversario della Battaglia del Monte Comun e dell’uccisone di Rita Rosani, Medaglia d’Oro al Valor Militare, Dino Degani, Medaglia d’Argento al Valor Militare e dei partigiani ignoti con nomi di battaglia Selva, Gallo e Orso. http://anpi.it/media/uploads/patria/2007/9/I_INSERTO_XIV-XVI.pdf “Era una domenica mattina il 17 settembre 1944 quando a Monte Comun, località collinare a ridosso della città di Verona, un avamposto della brigata Partigiana “Aquila”, era circondato da un consistente reparto di nazifascisti, decisi a catturare con ogni mezzo gli antagonisti “ribelli”. L’imboscata, avvenuta per certa delazione, sfociò in una cruenta battaglia dove l’eroismo di alcuni protagonisti ha scritto una delle più belle pagine della Resistenza Veronese. La giovane ebrea Rita Rosani e Dino Degani crearono una testa di ponte di estrema tenuta, producendo un fuoco continuo necessario per aprire un varco, positivamente riuscito, all’accerchiamento. Il fuoco avversario fu purtroppo fatale ai due eroi, caduti dopo aver esaurito tutte le munizioni, vicino ai compagni accorsi in loro aiuto: “Orso”, “Selva” e “Gallo”, conosciuti solamente col nome di battaglia. Rita …

8 Settembre 2018 – 75° anniversario delle battaglie in difesa del Palazzo delle Poste e della Caserma Campofiore da parte dell’8° Reggimento Artiglieria

Agli iscritti ANPI della Sezione Verona Città “In questa piazza – ha ricordato Adami – il Tenente Vincenzo D’Amore, Darno Maffini e Berto Zampieri, garibaldini, alla testa di un pugno di cittadini e di soldati italiani, fronteggiarono l’invasore nazista e prevalsero fino all’esaurimento delle munizioni. Ai Caduti ignoti, va un momento di attenta meditazione pensando al loro sincero spirito patriottico che li ha spinti a donare la loro vita, certi che quel sacrificio è il massimo esempio di alta fedeltà alla Patria”. Dall’ orazione del 69° Anniversario delle Battaglie in difesa del Palazzo delle Poste e della Caserma Campofiore da parte dell’8° Reggimento Artiglieria, 2012. Raul Adami. Oratore ufficiale Tiziano Gazzi, Presidente Comitato Provinciale ANPI Verona. “Quando l’Anpi insiste nella difesa della memoria non è solo per conservare quel patrimonio ideale che ha portato l’Italia a sconfiggere il nazifascismo avviando una nuova stagione di libertà. La verità è che solo ricordando chi siamo stati si può proseguire sulla strada della democrazia. Ed è questo l’insegnamento che non si deve mai dimenticare.” Tratto da http://www.anpi.it/luoghi-di-memoria/. Con queste parole …

Carla Nespolo Presidente ANPI: Su nemici e onore

Dichiarazione della Presidente nazionale ANPI, Carla Nespolo, a seguito dell’affermazione “Tanti nemici, tanto onore” del Ministro dell’Interno, Matteo Salvini “È gravissimo e inaccettabile che un Ministro della Repubblica italiana, nata dalla Resistenza, faccia suo lo stile propagandistico di Mussolini, un criminale, guerrafondaio, massacratore della libertà e dei più deboli. Il sentiero su cui Matteo Salvini ha avviato il suo “operato” si scontra sempre di più col dettato di democrazia e civiltà della Costituzione. Si ponga fine immediatamente – mi appello ai silenti alleati di Governo del Ministro dell’Interno – a queste continue e nostalgiche aberrazioni”. 30 luglio 2018

Venerdì 27 luglio 2018, a partire dalle ore 19,00 in Via Cantarane, 26

la Storica Pastasciutta Antifascista   insieme alla Rete delle Pastasciutte attive in tutta Italia Sezione ANPI Verona Città Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell’ età contemporanea ANED Verona Circolo di Verona Associazione di Amicizia Italia-Cuba   Il Presidente di Sezione ANPI Verona Città La Segreteria Provinciale ANPI Verona La storia Il 25 luglio 1943 Mussolini viene arrestato, creando la temporanea illusione della fine del regime e della guerra. Seguiranno i mesi delle peggiori sofferenze per il popolo italiano, ma in quelle ore si festeggiò in tutta Italia la destituzione del Duce. Da Casa Cervi partì uno degli eventi spontanei più originali, con una grande pastasciutta offerta a tutto il paese, distribuita in piazza a Campegine dalla famiglia, per festeggiare, come disse Papà Cervi, il “più bel funerale del fascismo”. Da più di vent’anni questa festa antifascista, popolare e genuina, rivive nell’aia del Museo Cervi, mantenendo intatto lo spirito di quei giorni. L’idea di ‘esportare’ la festa della pastasciutta nasce quasi spontaneamente, a partire dalle tante realtà associative che sono in contatto con il Cervi da tutta …

Adesione al “Presidio per una accoglienza umana”

Sabato 7 luglio, l’ANPI con Libera, ARCI e Legambiente ha promosso un appello dal titolo “Una maglietta rossa per fermare l’emorragia di umanità”. Riportiamo un passo dell’invito per l’adesione all’iniziativa della nostra Presidente nazionale Carla Nespolo inoltrato per email il 4 luglio: “…vi informo con piacere, che ieri su iniziativa di Don Ciotti, i presidenti nazionali di Libera, ANPI, ARCI e Legambiente hanno promosso un appello dal titolo: Una maglietta rossa per fermare l’emorragia di umanità. Si tratta di una iniziativa con cui si chiede alle cittadine e ai cittadini di indossare il giorno 7 luglio una maglietta rossa, appunto, non solo in memoria dei bambini recentemente morti in mare ma per lanciare un messaggio forte e corale: restiamo umani. Abbandonare l’accoglienza e la solidarietà al loro destino è un atto, oltreché indegno, pericoloso perché lesivo della convivenza civile. E’ importante “prendere per mano questo appello” sostenerlo con iniziative anche piccole, ma simboliche, in tutta Italia. Vi chiedo dunque di esserci, come sapete fare con passione, dedizione ed orgoglio antifascista.”. Prr queste motivazioni abbiamo aderito …

Sabato 21 Luglio ore 17.00: Cinquanta sfumature di Fascismo

Quando Mussolini parlava, le piazze si riempivano e la gente acclamava Ancora oggi sono molte le persone che, manifestamente o in maniera celata, auspicano il ritorno di qualcuno che possa prenderne il posto, e fra di essi anche numerosi giovani. Perchè il fascismo continua ad “affascinare”, a risultare così attraente? E con quali facce si presenta oggi, in maniera sempre meno celata? Dal razzismo al sessismo all’omofobia, tutte le sfumature dello stesso colore, il Fascismo. Gianmarco Capogna, esperto di educazione alle differenza, politiche antidiscriminatorie e di diritti LGBTI ne parlerà con Valeria Mercandino, filosofa politica e femminista, coautrice del libro “#Antifa. Dizionario per fare a pezzi, parola per parola, la narrazione fascista”, e con Giuseppe Civati, politico, fondatore di Possibile e autore di numerosi saggi fra i quali il recente “Voi sapete. L’indifferenza uccide”, sui diritti e le libertà fondamentali dell’uomo calpestati in Nordafrica. L’incontro, organizzato dall’Associazione Pianeta Milk Verona Lgbt* Center Arcigay/ARCI e Comitato Provinciale ANPI Verona, sarà introdotto da Laura Pesce e moderato da Emiliano Corsi. Segue aperitivo. Alle ore 17.00 presso la sede del Comitato Provinciale via Cantarane, 26 Verona (Quartiere Veronetta). La Segreteria Provinciale ANPI …

17 Luglio 2018, 74° Anniversario dell’Assalto al carcere degli Scalzi

In ricordo di Lorenza Moretto. Agli iscritti ANPI di Verona  “Quando l’Anpi insiste nella difesa della memoria non è solo per conservare quel patrimonio ideale che ha portato l’Italia a sconfiggere il nazifascismo avviando una nuova stagione di libertà. La verità è che solo ricordando chi siamo stati si può proseguire sulla strada della democrazia. Ed è questo l’insegnamento che non si deve mai dimenticare.” Tratto da http://www.anpi.it/luoghi-di-memoria/ Con queste parole invitiamo a partecipare numerosi. Oratore ufficiale Dott. Beppe Muraro. La Segreteria Provinciale ANPI Verona Alessia Berardinelli Programma ufficiale: Oratore ufficiale nel 2017, Olinto Domenichini. http://www.ivrr.it/2017/09/12/assalto-agli-scalzi-17-luglio-1944-17-luglio-2017-commemorazione-di-olinto-domenichini/ Storia L’ assalto al carcere degli Scalzi è uno degli episodi più noti e celebrati della storia della resistenza veronese, definito come “L’audace assalto al carcere degli Scalzi” è citato nella motivazione, con la quale, il 5 ottobre 1993, il Presidente della Repubblica ha concesso al Comune di Verona la medaglia d’oro al Valor Militare. Nel 1988 è installata la scultura Cipresso, ad opera di Vittore Bocchetta, nel luogo dove sorgeva il carcere degli Scalzi a ricordo dei giovani …