Author: ANPI Verona

GIORNATA DEL TESSERAMENTO

Domenica 4 Febbraio 2018 nella sede di via Cantarane, 26. Saremo aperti dalle 10,00 alle 16,00. GIORNATA DEL TESSERAMENTO Per tutti un buffet partigiano di benvenuto. Con l’occasione, avrete anche l’opportunità di firmare l’appello “Mai più fascismi”.

MAI PIU’ FASCISMI

Appello a tutte le Istituzioni democratiche Un invito Agli iscritti ANPI di Verona a partecipare alla raccolta firme. In occasione delle Giornate nazionali del tesseramento del 3 e 4 febbraio, nella sede ANPI di via Cantarane, 26, saranno a disposizione i moduli per la raccolta firme, vi aspettiamo! Testo dell’Appello

Dichiarazione della nostra Presidente nazionale sui fatti di Como e Verona

(A Como la riunione di un’associazione di migranti è stata interrotta da un gruppo di neofascisti e a Verona è stato programmato un corso di formazione per avvocati presentato dal presidente di un’associazione di ispirazione nazista e riconosciuto dall’ordine degli avvocati con l’attribuzione di un credito formativo ai partecipanti.) E’ intollerabile che un gruppo di chiara ispirazione neofascista interrompa una pacifica riunione per declamare uno sproloquio razzista. Questo ennesimo e vergognoso episodio, come anche la vicenda del corso di formazione per avvocati a Verona presentato dal presidente di un’associazione che si richiama al nazismo, impone una reazione politico-istituzionale immediata e strutturale. Chiederemo come ANPI un incontro urgente al Ministro dell’Interno. Carla Nespolo Presidente nazionale ANPI

Convegno: “Zone di guerra, geografia di sangue. L’atlante delle stragi naziste e fasciste in Italia (1943-1945)”

L’Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea, l’Associazione nazionale partigiani d’Italia (ANPI), l’Associazione nazionale perseguitati politici italiani antifascisti (ANPPIA) organizzano un incontro che si terrà sabato 2 dicembre 2017 alle ore 16.20 presso la sede dell’Istituto in via Cantarane 26 a Verona, in cui sarà presentato il volume edito da il Mulino nel 2016 e curato da Gianluca Fulvetti e Paolo Pezzino: Zone di guerra, geografia di sangue. L’atlante delle stragi naziste e fasciste in Italia (1943-1945). Intervengono i curatori: Gianluca Fulvetti e Paolo Pezzino, introduce Federico Melotto (Direttore IVrR). «Oltre a stragi tragicamente note, come quelle di Monte Sole e di Sant’Anna di Stazzema, il periodo compreso fra l’8 settembre del 1943 e la fine della guerra ha visto cadere sotto il fuoco tedesco e fascista un grande numero di italiani, in larga misura cittadini estranei alla lotta partigiana, vittime di rastrellamenti o rappresaglie, ma in parte anche antifascisti e partigiani inermi, già catturati e disarmati ed eliminati in una spietata politica del terrore. Molti di questi episodi non erano stati finora indagati a fondo, mentre da una …

Academovie: Society You’re a Crazy Breed

Accademia di Belle Arti di Verona, anno accademico 2017/2018. A partire dal 12 dicembre, con cadenza mensile, presso l’Accademia di Belle Arti di Verona, gli studenti e le studentesse per la prima volta organizzano un ciclo di proiezioni a sfondo sociale. Academovie è un ciclo di 5 proiezioni, che nasce dalla collaborazione di cinque realtà associative diverse: Studenti Per – Accademia di Belle Arti Verona in collaborazione con Associazione Interzona, ANPI Verona, Unione degli Universitari Verona e il collettivo artistico Entracta, con il supporto dell’Accademia di Belle Arti di Verona. Perché abbiamo dato vita a questo progetto? Il tutto è partito da questa riflessione: agli inizi della rivoluzione industriale in Inghilterra il poeta William Blake investigava sui “mali della società”, ossia quelle catene, quella prigionia mentale che affliggeva il popolo oppresso di Londra. L’obiettivo del ciclo di proiezioni è infatti lo stesso, riflettere sulle ferite ancora aperte nella nostra quotidianità. “Società, sei una razza folle” direbbe Eddie Vedder nel suo pezzo “Society”, e le caratteristiche che rendono tale la nostra società saranno appunto da noi …

“La Nice” Teatro Camploy 7 dicembre 2017

di Leonardo Finetto, con il gruppo teatrale di ragazzi di Velo e Roveré Veronese Ventidue adolescenti rileggono la drammatica storia recente di un paese di montagna durante la Seconda Guerra Mondiale attraverso gli occhi di una ragazza poco più che ventenne. Nice: una ribelle, al suo tempo e al contesto sociale, la ragazza dal fazzoletto rosso, la ragazza che si comporta e atteggia come un uomo, ma che rimane sempre e fieramente una donna. Sarà questo suo modo di essere che le costerà la sconfitta e la solitudine. In nome dell’ideale, abbandonerà la sua patria, così irriconoscente, e la sua famiglia che non la capirà mai. Ripercorrere oggi la storia di Cleonice Tommaselli, morta in Argentina nel 1984, significa indagare la storia e l’animo, sempre impulsivo e infuocato, dei giovani, di ieri e di oggi. Quando e dove Lo spettacolo è a ingresso libero alle ore 20,45 il giorno 7 dicembre 2017 presso il Teatro Camploy, via Cantarane, 32 Verona.